Cernusco 24 e Cernusco TV

sito di informazione, incontro e dibattito di Cernusco sul Naviglio (MI)

Diritti civili a Cernusco

Posted by cernuscotv su maggio 27, 2008

Il consiglio comunale di Cernusco sul Naviglio ha approvato (con 12 voti a favore, 3 astenuti e 3 contrari) la mozione sul “Riconoscimento di diritti alle persone che vivono in convivenze non matrimoniali”, firmata dai capigruppo di maggioranza e presentata in aula dal consigliere di Rifondazione Comunista, Ermes Severgnini. Con questo atto amministrativo, la maggioranza di centrosinistra al governo della città dimostra di saper leggere con la dovuta sensibilità i cambiamenti intervenuti nel corpo sociale.
La mozione impegna il sindaco e la giunta ad istruire l’ufficio anagrafe affinché rilasci un’attestazione di famiglia anagrafica basata su vincoli affettivi. Si tratta, in pratica, di attuare la “legge anagrafica” n. 1228 del 24 dicembre 1954 ed in particolare quanto previsto dal regolamento attuativo del 1989, che prevede l’anagrafe divisa in schede individuali, di famiglia e di convivenza. Le coppie di fatto potranno inserire nella loro scheda di “famiglia anagrafica” la dizione “basata su vincoli affettivi” e ricevere un attestato. Un atto che non dà diritti in sé, ma che è utile alla coppia quando deve dimostrare l’esistenza e la durata della propria convivenza.
È altamente significativo il fatto che una coppia, a maggior ragione se si tratti di una coppia omosessuale, possa ricevere dall’anagrafe un attestato che certifichi la propria convivenza basata su vincoli affettivi. L’attestato potrà essere utile sul lavoro, per usufruire dei permessi che la legge concede in caso di decesso o grave infermità del partner, in tribunale, per avvalersi della possibilità di non deporre in un procedimento in cui è coinvolto il convivente, in carcere, per poter ottenere i permessi di visita ed in genere in tutti i casi nei quali sia necessario dimostrare l’esistenza di un legame affettivo con la propria compagna o il proprio compagno.
Vogliamo sottolineare anche il valore simbolico di questa mozione, che prevede il riconoscimento pubblico del legame affettivo di una coppia di fatto, etero o omosessuale. La mozione inoltre chiede al Parlamento che le coppie di fatto siano tutelate da diritti in materia finanziaria, pensionistica, lavorativa ed in tutti gli ambiti della vita quotidiana; diritti che possono essere riconosciuti solo da una legge nazionale, che riconosca anche nei confronti di terzi le coppie di
fatto. Cernusco sul Naviglio e gli altri comuni italiani che si sono già attivati in questa direzione hanno aperto la strada, il Parlamento la percorra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: